slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider
La Mignola Video

Insalatina di coniglio

Mostra la playlist 

Descrizione

 

Francesca Valle della "Locanda Antica Corona" di Cumiana (To) ci spiega come preparare questa deliziosa insalatina.

ingredienti: un coniglio intero, insalata mista a piacere, riso rosso selvatico del Madagascar (per una porzione ne basta un cucchhiaio), un topinambur, due peperoni rossi, una carota, aglio, salvia e olio extra vergine.

Preparazione

disossare il coniglio ( si trova anche già disossato, è un pò più caro ma ci evita un lavoro che richiede pazienza, capacità e tempo), divedere le cosce e le spalle dal costato, bollirle da trenta minuti ad un ora, le parti hanno tempi di cottura diversi dopo mezzora controllare il coniglio e togliere le parti che sono ben cotte, lasciare le altre per un'altra mezzora circa. generalmente la coscia cuoce prima, a seguire la spalla e per ultama la parte del costato che rimane anche un pò più dura per questo motivo l'abbiamo servita in minore quantità e tagliata a listarelle sottili. marinarlo nell'olio con la salvia e l'aglio per un giorno.
per il riso rosso: lo si trova in qualche enoteca che venda anche paste e prodotti di nicchia, a volte in erboristeria o in negozi con prodotti biologici, se si è fortunati anche in supermercati ben forniti. bollirlo per trenta minuti, metterlo da parte, verrà poi scaldato con il coniglio in un secondo momento. tagliare il topinambur a fogli sottili che friggeremo come chips di patate. E' molto importante la temperatura dell'olio che dovrà essere intorno ai 160° altrimenti si rischia di avere le chips troppo morbide o bruciate poichè molto sottili.
per la crema di peperoni: scottarli in una padella o nel forno fino a bruciarne la buccia, il trucco della nonna è di metterli, una volta tolti dal forno, in una busta di plastica, quelle del supermercato vanno benissimo, e di lasciarli perfettamente chiusi nella busta per circa mezzora di modo che il vapore creatosi all'interno ci renderà molto più facile privarli della pelle. una volta pelati frullarli fino a renderli cremosi. volendo si può aggiungere dell'olio e del sale.

(*) Registrati per visualizzare i video contrassegnati con l'asterisco

Video Correlati

Visto 10708 volte
Visto 610 volte
Visto 10718 volte
Visto 9928 volte
Visto 9421 volte
Visto 12808 volte
Visto 11279 volte
Visto 10258 volte
Visto 12050 volte
Visto 11390 volte
Visto 10652 volte
Visto 10598 volte
Visto 11157 volte
Visto 11054 volte
Visto 10705 volte
Visto 10993 volte
Indietro1234Avanti