Cunicoltura generale - Antica Fattoria La Mignola Cunicoltur https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale Wed, 15 Jul 2020 07:29:13 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it La coniglicoltura in Italia https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/la-coniglicoltura-in-italia https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/la-coniglicoltura-in-italia {edocs}pdf/coniglicolturaitalia.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
web@lamignola.com (Sconosciuto) Cunicoltura generale Fri, 19 Nov 2010 21:20:37 +0000
Elementi di coniglicoltura https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/elementi-di-coniglicoltura https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/elementi-di-coniglicoltura {edocs}pdf/elementiconiglicoltura.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
web@lamignola.com (Giuseppe Accomando) Cunicoltura generale Mon, 25 Oct 2010 17:53:36 +0000
Richiami di fisiologia: apparato riproduttore https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/richiami-di-fisiologia-apparato-riproduttore https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/richiami-di-fisiologia-apparato-riproduttore {edocs}pdf/coniglio2.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
web@lamignola.com (Sconosciuto) Cunicoltura generale Mon, 25 Oct 2010 17:43:17 +0000
Dispense di cunicoltura https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/dispense-di-cunicoltura https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/dispense-di-cunicoltura {edocs}pdf/dispense.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
web@lamignola.com (Marcella B. Battaglini e C. Castellani) Cunicoltura generale Wed, 20 Oct 2010 07:25:18 +0000
Inquadramento zoologico del coniglio https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/inquadramento-zoologico-del-coniglio https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/inquadramento-zoologico-del-coniglio Tipo: Cordati - Provvisti di corda dorsale

Sottotipo: Vertrebati - Scheletro osseo e cartilagineo a simmetria bilaterale.

Classe: Mammiferi - Corpo ricoperto di peli e presenza di ghiandole mammarie.

Sottoclasse: Placentati - Fecondazione interna, formazione della placenta.

Ordine: Lagomorfi - Presentano arcata superiore con una doppia fila di incisivi (i roditori hanno una sola fila).

Famiglia: Leporidi - Orecchie lunghe, arti posteriori atti al salto, coda corta.

Sottofamiglia: Leporini - Labbro superiore diviso in due parti da una fenditura.

Genere: Oryctolagus

Specie: Cuniculus

 

Formula dentaria

I denti del coniglio hanno radici aperte, sono quindi acrescita continua, sono 14 paia (28 denti totali) e la formula è la seguente:

- Incisivi 4/2

- Premolari 6/4

- Molari 6/6

]]>
web@lamignola.com (Andrea Pancanti) Cunicoltura generale Fri, 08 Oct 2010 17:48:18 +0000
Storia del coniglio https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/storia-del-coniglio https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/storia-del-coniglio Comparso sulla terra circa un milione di anni fa durante ilo pleistocene, il coniglio selvatico abitava inizialmente nel Nord Europa, ma a causa delle diverse condizioni climatiche ha dovuto spostarsi verso sud in Italia, Spagna, e isole.

Grazie poi ai navigatori portoghesi e normanni si è sparso in tutto il resto dell'Europa.
Documenti scritti che sono arrivati sino a noi documentano che in Francia e Germania i conigli sono arrivati nel 1149.
Ma il documento più antico arrivato fino a noi è un papiro nel quale si riconosce chiaramente un uomo che tiene un animale per le lunghe orecchie.
Oggi il coniglio selvatico ha colonizzato tutta l'Europa.

Dei primi allevamenti ce ne parlano i Romani descrivendo recinti dove venivano allevati grandi quantità di conigli che servivano per i loro banchetti, a questo riguardo si può ricordare che i coniglietti appena nati erano considerati una prelibatezza nei giorni di festa, questo piatto chiamato " Laurices " veniva molto apprezzato anche dai frati fino al medioevo.
In seguito il coniglio diventa un'ambita preda per i cacciatori, per questo veniva allevato
e poi lasciato libero in occasione delle partite di caccia.

Col tempo l'allevamento del coniglio fece passi da gigante e si crearono nuove razze suddivise in giganti, medie e piccole. Ma il coniglio non viene allevato solo per la carne, basti pensare alla lana d'angora, che viene prodotta con il pelo del coniglio e poi non da ultimo c'è il coniglio nano allevato oggi come animale d'affezione.

]]>
web@lamignola.com (Andrea Pancanti) Cunicoltura generale Fri, 08 Oct 2010 17:36:36 +0000
Generalità https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/generalita https://www.lamignola.com/cunicoltura-generale/generalita La maturità sessuale si verifica tra i 4 e gli 8 mesi di età, secondo la taglia (è più precoce nelle razze piccole). Le coniglie non hanno un vero e proprio ciclo estrale (calore), bensì un periodo di recettività di 7-10 giorni, seguito da un periodo di 1-2 giorni in cui non sono recettive all'accoppiamento. La coniglia può avere dà 4 a 8 cucciolate all'anno, e da 3 a 12 piccoli per cucciolata, con una media di 5-8. La gravidanza dura mediamente 30-32 giorni. La coniglia gravida deve avere a disposizione una un nido sicuro per partorire eabbondante materiale (fieno, stracci, ecc.) per la costruzione del nido, che inizia circa una settimana prima del parto. Poco prima del parto la coniglia aggiunge al nido del pelo che si strappa dalla giogaia e dall'addome. I piccoli nascono nudi, ciechi e con le orecchie chiuse. Dopo il parto il nido con i piccoli non deve essere toccato, e la coniglia va disturbata meno possibile. La coniglia allatta i piccoli solo una o due volte al giorno e resta nel nido solo il tempo necessario per l'allattamento. Questo comportamento è normale e non va confuso con una scarsa attenzione per i piccoli da parte della madre. I coniglietti possono essere separati dalla madre a 6-7 settimane di età.

]]>
web@lamignola.com (Andrea Pancanti) Cunicoltura generale Fri, 08 Oct 2010 15:47:46 +0000