slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider
La Mignola Articoli Razze cunicole Cenni di allevamento del Leprino viterbese
Cenni di allevamento del Leprino viterbese
Scritto da Tuscia viterbese   
Domenica 10 Ottobre 2010 09:35

La carne del Coniglio Leprino allevato all'aperto con il sistema pozzetti interrati ed alimentato con mangimi non medicati senza uso di antibiotici, risulta particolarmente saporita, con una buona consistenza alla cottura e senza la presenza di odori sgradevoli. L'allevamento all'aperto, infatti, evita ai conigli di inalare i cattwi odori tipici dei capannoni che, fissandosi nella parte grassa, alterano il sapore della carne.Il leprino si tratta di una razza costituita geneticamente da nuclei di animali appartenenti alla razza Grigio Locale, sempre esistita nel territorio viterbese, incrociati con altre razze.
Fenotipicamente rispecchia i caratteri del Grigio Locale, quali: rusticità, adattamento all'allevamento all'aperto, colore del mantello grigio. È una razza media ad attitudine da carne caratterizzata da tronco allungato e cilindrico, con masse muscolari ben sviluppate. Gli arti sono dritti," lunghi, con impalcatura scheletrica sottile. Questo coniglio è un animale di media taglia dove i riproduttori raggiungono il peso medio di 4,5-5 Kg.
I coniglietti hanno un buon accrescimento e all’età di quattro mesi raggiungono il peso di 3,3-3,4 Kg con una buona resa al macello che supera a volte il 60%.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Novembre 2010 20:13
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Commento: