slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider slider
La Mignola Articoli Oltre al coniglio Modello di allevamento di polli locali con 4.000 metri quadrati di terreno in provincia di Catania
Modello di allevamento di polli locali con 4.000 metri quadrati di terreno in provincia di Catania
Scritto da Maurizio Arduin   
Martedì 03 Aprile 2012 09:44

 

Il modello proposto prevede un allevamento di pollame locale in provincia di Catania utilizzando un terreno di circa 4.000 metri quadrati. Per valorizzare le produzioni locali si propone di allevare polli di razze che storicamente sono sempre state allevate localmente e che sono in grado di dare anche buone produzioni. Dalla documentazione storica che consenti di stabilire l'autenticità di una razza e la sua presenza nel territorio della provincia di Catania si propone di allevare una delle seguenti razze: Rhode Island, Plymouth Rock, Sussex, 
Per quanto riguarda le strutture d’allevamento si propone di realizzare n. 4 recinti e precisamente:
 
n. 3 recinti (1, 2 e 3) di 500 metri quadrati l’uno (m. 25 x 20) attrezzati con un pollaio di m 3,00 x 4,00 (12 metri quadrati) per l’allevamento di 110 riproduttori: 40 galline di un anno nel pollaio 1, 40 galline di un anno nel pollaio 2 e 30 galline di 2 anni nel pollaio 3;
 
n. 1 recinto di m 60,00 x 40,00 ( circa 2.500 metri quadrati) attrezzato con una pulcinaia per l’allevamento del pollame dalla nascita a 6 – 8 settimane di vita e delle arche per l’allevamento all’aperto.
 
Per quanto riguarda l’organizzazione del lavoro l’attività inizia recuperando e riproducendo la razza prescelta fino ad arrivare ad un gruppo di 100 galline. Raggiunto il numero indicato ad ottobre si scelgono le 80 migliori e si dividono nel due pollai: il n. 1 e il n. 2.
L’attività riproduttiva procede da ottobre a giugno - luglio utilizzando una incubatrice con capacità di circa 1.000 – 1.200 uova. La produzione, di circa 3 – 400 capi alla settimana, viene commercializzata localmente con pulcini di 2 – 3 giorni di vita o pollastrelli di 4 – 6 settimane di vita allevati nella pulcinaia del recinto n. 4.
Da febbraio a inizio aprile si scelgono le schiuse da dove allevare i capi destinati alla rimonta: il numero necessario è di circa 1.000 – 1.200 capi.
A giugno – luglio tra i due pollai che hanno prodotto per un’intera stagione si individua quello che ha prodotto di più e con meno problemi. Le galline di quel pollaio rimangono in azienda e dopo aver completato la muta delle penne inizieranno (almeno 30 capi) il secondo ciclo di produzione. 
Le altre galline saranno destinate al mercato.
Ad ottobre due pollaio saranno occupati da 80 galline (40 per pollaio) scelte tra i circa 1.000 capi nati a febbraio – aprile, mentre il terzo pollaio è occupato dalle 30 galline di 2 anni.
Per gli anni successivi si procede allo stesso modo.
La produzione annua si aggira attorno a 10 – 15.000 capi oltre alle 80 galline e 900 pollastri.
Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Marzo 2013 15:01
 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Commento: